Antifascismo, Variati: «Rucco riabilita regime fascista razzista, liberticida e guerrafondaio»

0
242
Variati
Variati

L’ex sindaco di Vicenza Achille Variati (Partito Democratico) e attuale sottosegretario all’Interno commenta in un lungo post su Facebook la rimozione della clausola antifascista da lui stesso voluta. «La rimozione della clausola antifascista è segnale preoccupante ed una vergogna per Vicenza, tanto più in un momento storico particolarmente delicato come quello che viviamo – afferma Variati -. In pratica, la norma regolamentare imponeva a chi facesse richiesta di concessioni di spazi pubblici per attività politiche e sociali (non commerciali) di sottoscrivere una dichiarazione di ripudio del fascismo, in nome dei valori della Costituzione italiana».

«Così il regime fascista razzista, liberticida e guerrafondaio viene riabilitato dall’Amministrazione vicentina e dalla sua maggioranza, in spregio alla storia e ai valori democratici – continua il post -. Per strizzare l’occhio a poche frange di sostenitori estremisti, si getta vergogna sulla storia di Vicenza, città medaglia d’oro al valor militare per la Resistenza. Ed è ancora più preoccupante e doloroso che questo accada proprio mentre in tutto il mondo centinaia di migliaia di persone protestano pacificamente contro il razzismo e le discriminazioni che ancora permeano la nostra società».

«La cosiddetta ‘clausola antifascista’ era un modo simbolico e assieme concreto di contrastare l’onda crescente di manifestazioni e di altre forme di presenza pubblica, spesso provocatoria, da parte di soggetti e movimenti che rifiutano di condannare o rigettare il fascismo. Quei movimenti prosperano nella tolleranza che la società democratica ha anche verso gli intolleranti, e rigettano valori fondativi della nostra Costituzione e del vivere civile.Togliere ora quella clausola – conclude Variati – significa fare un passo indietro quando invece bisogna mantenere ancora più alta la guardia».