Omofobia, Adinolfi (PdF): “Bene la CEI su legge Zan”. Zannini (PdF Veneto): “Non servono leggi liberticide”

0
236

Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia, commenta positivamente la nota della presidenza della Conferenza episcopale italiana contraria al ddl Zan-Scalfarotto: «Le parole della presidenza della Cei sono nette e inequivocabili, bene davvero il no alle derive liberticide che sono insite nell’idea stessa della normativa proposta. Scalfarotto di Italia Viva e Zan del Partito Democratico hanno ricevuto una risposta chiara al loro tentativo di imbavagliare milioni di cattolici. La dichiarazione della Cei è segno che abbiamo combattuto bene, anche tatticamente, la battaglia quando ci dicevano che come Popolo della famiglia eravamo isolati nello scegliere questo come territorio di difesa della libertà e dei diritti di tutti, in particolare delle mamme e dei papà. Oggi è una giornata di festa e di vittoria per tutto il PdF. Da oggi (credo sia chiaro a Giuseppe Conte e Matteo Renzi, da tempo dante causa del tentativo di azione liberticida di Ivan Scalfarotto contro i cattolici) la legge Zan-Scalfarotto sull’omofobia politicamente non esiste più.» Massimiliano Zannini del Coordinamento regionale del PdF conclude dicendo «Anche la Cei ha giustamente osservato che l’Italia non è un paese omofobo e che non servono leggi con cui si rischia una deriva liberticida.»