Voto o son desto? Il grillino Scarabel attacca Zaia sulle elezioni regionali: «Ha paura di perdere?»

0
344

Un consenso accumulato grazie «alla lettura della posta del cuore e la cronaca della nascita dei pulcini». Così il consigliere regionale veneto Simone Scarabel (M5S) ha commentato i sondaggi di gradimento sull’attuale presidente del Veneto Luca Zaia, che si candida in via eccezionale, grazie a una sua stessa legge, per il terzo mandato. Si doveva votare a maggio, ma l’emergenza Coronavirus ha ovviamente cambiato le carte in tavola. Ora Zaia è al muro contro muro con il governo per la nuova data elettorale. Lui spinge per il 26 luglio mentre i “giallorossi” spingono per il 20 settembre.

«Faccio fatica a capire la vera motivazione che spinge Zaia ad insistere ancora per votare il 26 luglio – afferma Scarabel su Facebook a seguito del consiglio regionale -. Il governo propone di fare una votazione unica il 20 settembre per le regioni, i comuni e il referendum sul taglio dei parlamentari che la Lega prima ha votato in parlamento e poi ha raccolto le firme per lasciare tutto com’è ora!».

«Allora mi domando, ma Zaia ha paura di perdere in 50 giorni tutto il consenso accumulato in questi mesi con la lettura della posta del cuore e la cronaca della nascita dei pulcini? Non so se anche queste erano competenze traferitegli dal governo – conclude Scarabel – per la gestione dell’emergenza sanitaria».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui