Dirette Zaia, Villanova (ZP): “il Veneto non è l’unione sovietica di Azzalin, stop alle farneticanti richieste di un PD traumatizzato”

0
92
Alberto Villanova

“Il caffè del lunedì mattina – replica il consigliere regionale Alberto Villanova lista Zaia, alle dichiarazioni odierne del consigliere regionale piddino Azzalin – dev’essere stato molto amaro per il PD veneto, dopo l’ultimo sondaggio de “Il Sole 24 Ore” ed il gradimento di Luca Zaia. Forse è per questo che il collega Azzalin, preso dalla disperazione, chiede di sospendere le dirette Facebook del nostro Governatore. Mi dispiace per Azzalin, ma il Veneto non è la sua amata Unione Sovietica: qui da noi esiste una cosa chiamata libertà e se il nostro Presidente Zaia gode del consenso di oltre 7 cittadini veneti su 10, un motivo ci sarà. Se, quindi, Azzalin chiede lo stop delle dirette di Zaia, io chiedo l’immediato stop di dichiarazioni assurde come questa; oppure Azzalin potrebbe far fare delle dirette alla stessa ora al “suo” candidato Lorenzoni. Così potremmo vedere chi decideranno di seguire i Veneti. Il Partito Democratico pensi alla salute dei Veneti e non a comunicati stampa ridicoli”.