Coronavirus, Giovanni Rolando interpella il sindaco sulla fornitura all’Ipab Vicenza di mascherine e sulla nomina del direttore generale

0
243
Coronavirus e mascherine
Coronavirus e mascherine

Giovanni Rolando, consigliere comunale del Pd di Vicenza e componente della Quinta “Commissione Servizi alla Popolazione Sanità/ Sociale”, ha presentato un’interpellanza al sindaco e all’assessore competente per sapere se, per l’epidemia Coronavirus Covid-19 è garantita la fornitura delle mascherine efficaci e dei dispositivi di protezione individuali alle persone ospitate e al personale nei centri residenziali e semi residenziali di Ipab Vicenza per il contenimento e contrasto della diffusione da Coronavirus e se è in via di conferimento l’incarico a tempo pieno del direttore generale della stessa Ipab.

Ecco il testo dell’interrogazione sull’epidemia coronavirus 

Il sottoscritto Consigliere Comunale,

PREMESSO

Giovanni Rolando, consigliere comunale Pd di Vicenza
Giovanni Rolando, consigliere comunale Pd di Vicenza

che oltre 5000, cinquemila, in Italia, sono gli operatori sanitari contagiati da Covid- 19 e che ad oggi risulta essere di 6821 il numero dei morti. Numeri particolarmente pesanti che testimoniano la gravità della situazione e che evidenziano, da mesi, di un’emergenza storica, senza precedenti. Nelle ultime 24 ore altri sei decessi nel Vicentino, con il numero dei contagiati in crescita;

RICHIAMATO

che è lo stesso responsabile della Protezione civile nazionale Borrelli ad indicare un fabbisogno mensile di 90, novanta, milioni di mascherine; oltre a sottolineare notevoli difficoltà di reperimento di tutti i dispositivi di protezione individuali;

SOTTOLINEATO

che in tutte le strutture e Centri residenziali dell’Istituzione Pubblica Ipab di Vicenza e della società Ipark interamente controllata da Ipab, sono mediamente presenti 700 persone, molte delle quali anziani e in condizioni di non autosufficienza, ospitati nelle varie residenze del territorio comunale:  Residenza G. Salvi- San Camillo – Residenza O. Trento- Monte Crocetta-Parco Città, con gli oltre 85 posti disponibili nei tre Centri diurni che risultano attualmente chiusi;

che diverse centinaia di persone dipendenti, collaboratori, personale di cooperativa, operano e lavorano in Ipab Vicenza: personale medico, infermieristico, assistenti sociale, educatrici, psicologi, Oss Operatori socio-sanitari, personale tecnico e amministrativo, comunità religiosa, personale collaboratore e di volontariato in stretto contatto interpersonale;

che stante la gravità della situazione dal 26 febbraio 2020 è stato anche sospeso in Ipab il servizio mensa per il pubblico esterno presso la Residenza Salvi;

CONSIDERATO

che l’incarico di direttore generale di Ipab Vicenza risulterebbe da alcuni mesi attribuito esclusivamente ad una nuova figura, ovvero al segretario Direttore di altra Ipab della provincia di Vicenza, ovverosia la “Casa di Ricovero Muzan” del comune di Malo, nella persona della sua attuale direttrice dr. Annalisa Bergozza; alla quale sono state affidate le funzioni, con incarico a scavalco e a tempo parziale, di responsabile della Direzione Generale di Ipab Vicenza, a seguito della sospensione dell’incarico del precedente Dg dr. P. Rossi , postosi in aspettativa lavorativa con altro incarico in altra struttura pubblica;

INTERPELLA

Il Sindaco e l’Assessore competente per sapere se:

  • E’ disponibile e messo a disposizione del personale addetto e degli ospiti in tutte le strutture Ipab il fabbisogno mensile dei dispositivi di protezione individuali, efficienti ed efficaci, garantiti dalle autorità sanitarie, atti al contrasto del Covid-19;
  • Quale risulta essere la quantificazione numerica della necessità mensile, per esempio delle mascherine di protezione individuale, dei presidi e apparecchiature efficaci ed efficienti per tutte le strutture e residenze di Ipab Vicenza; quali siano le iniziative intraprese, di concerto con la Regione del Veneto, per avere in casa tali dispositivi di protezione;
  • Il CdA di Ipab, in carica dal febbraio 2019, ritenga o meno di attribuire incarico a tempo pieno ed esclusivo ad una figura di Direttore generale per Ipab Vicenza stante la crescente complessità del lavoro che sempre di più questa figura è chiamata a svolgere; lavoro di grande responsabilità sanitaria e sociale, per la salvaguardia della salute e dignità degli ospiti, per la sicurezza del personale e dei famigliari. Per la cura e accudimento della parte più fragile della società: i nostri anziani in stato di bisogno.

Giovanni Rolando, consigliere della Quinta “Commissione Servizi alla Popolazione Sanità/ Sociale”.

Clicca qui se apprezzi network VicenzaPiù: #iorestoaacasa tanto viene #vicenzapiuacasamia

(qui la situazione ora per ora sul Coronavirusqui tutte le nostre notizie sull’argomento, ndr)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui